I gesti antichi delle Città Invisibili

Nella messa in scena di quest’anno de Le Città Invisibili, ci sono nuovi gesti. Gesti antichi del lavoro, gesti magici , gesti ritmati, oppositivi, accoglienti. Il mercato è sempre una sorpresa. Chi è questo mercante veneziano che prende… Continua a leggere

La città cui tende il mio viaggio è discontinua…

… nello spazio e nel tempo, ora più rada ora più densa, tu non credere mai che si possa smettere di cercarla. Forse mentre noi parliamo sta affiorando sparsa entro i confini del tuo impero- Così concludiamo le… Continua a leggere

Di nuovo in scena Le Città Invisibili

In scena un nuovo studio dello spettacolo.

Minotauro alla Libreria Teatro Tlon

Un gioco di specchi tra l’Essere e la sua ombra, il corpo e le sue migliaia di copie riflesse

Viaggio alla Montagna dell’Anima fra le parole e i canti dell’oriente mediterraneo

l’oriente mediterraneo che profumava di gelsomino, ed inneggiava all’amore come unica chiave per entrare in comunione con il divino.

Le Città Invisibili. Una drammaturgia non convenzionale.

costruire un nuovo insieme di relazioni fisiche e mentali con lo spettatore alternando l’ascolto del testo puro con delle partiture

Le Città Invisibili. Recensioni.

Quanti sguardi può contenere un solo spettacolo?

Tre fotografi per uno spettacolo.

Chiara Pasqualini, Claudio Drago e Ivan Meacci (in stretto ordine di scatto)

Dall’anteprima alla prima de Le Città Invisibili. Pensieri e immagini.

Lo spettatore lascia il teatro con la consapevolezza che mai più carezzerà le pagine de Le città Invisibili senza ritornare a quelle quinte, a quelle musiche, alle loro ombre e ai loro lampi.

Il Teatro di Villa Torlonia accoglie Le Città Invisibili

Rappresentare Le Città Invisibili in prima nazionale proprio in questo Teatro, è una sfida che ci piace molto. E siamo certi che ci porterà fortuna.