sfondoSiamo giunti alla quinta edizione di Poesie per la Pace che si terrà il 21 settembre prossimo al Teatro di Villa Torlonia

In uno dei periodi storici in cui la parola “guerra” viene usata -anche a sproposito- sull’onda della paura, dell’impotenza, e, soprattutto, della mancanza di conoscenza di quello che riteniamo il nemico, abbiamo bisogno di non incupirci, di non “abbandonare” il gioco. Perché il mondo ci riguarda, perché cambiare il modo di vedere è il primo passo che dobbiamo fare per portare la pace.

Perché non basta essere buoni e caritatevoli, non basta tremare davanti alle ingiustizie, alle violenze ed al dolore. O stigmatizzare coloro che rinfocolano l’odio. Serve raccontare in maniera differente, serve accorgersi degli stereotipi, dei luoghi comuni e delle abitudini, serve porsi delle domande. E imparare, ascoltando altre voci, che non è nemmeno troppo difficile narrare altre verità.

Con chi vogliamo fare pace quest’anno?

Ognuno scelga la sua meta, il suo obiettivo e racconti, con la poesia, un modo diverso di guardare il mondo. Nulla, infatti, è più forte del linguaggio della Poesia.  Cosi intimo ed al contempo estraniante, così chirurgico e infuocato, così semplice per dire della complessità che è la nostra cifra e anche la nostra salvezza.

Sapere che ogni evento del mondo è complesso ci libera dalle fazioni e ci offre nuovi punti di vista. La Poesia è uno dei veicoli più puri per fare questo: immediata, vitale e pacificatrice.

Il nostro progetto Poesie per la Pace è sostenuto e diffuso da Peace one Day e varcherà i confini dell’Italia.

Il nostro evento sarà composto da diversi piccoli atti di pace e di poesia : si alterneranno sul palco poeti (fra cui Antonio Veneziani, Anna Maria Curci, Lucianna Argentino, Francesco Paolo Del Re, Collettivo Poetry Experience, Sara Cicolani…), attori (Antonino Anzaldi, Ivan Vincenzo Cozzi, Alessandro Vantini, Alessandra Aulicino, Brunella Petrini…) che leggeranno poesie di altri autori e quelle, preziose, dei detenuti del carcere di Regina Coeli (raccolte in una pubblicazione autoprodotta dalla tipografia del carcere), musicisti, danzatori, ognuno con il suo personale racconto della Pace.

Ascolteremo pensieri di Filosofia della Pace (Andrea Colamedici e Maura Gancitano, Tlon Edizioni), brani di musica barocca con il Maestro Giuseppe Schinaia al clavicembalo e il soprano Irene Morelli; arie liriche con il soprano Daniela Ferri accompagnata al pianoforte dal Maestro Stephen Kramer.

Verranno infine letti i racconti di #scattiemigranti, il web contest che ha raccolto fotografie di migrazioni reali o immaginarie, attuali o passate fra le quali un’apposita giura ha selezionato le 7 immagini più rappresentative, affidandole ad altrettanti scrittori o poeti che ne hanno fatto fonte di ispirazione per un loro scritto.
Gli autori che si sono cimentati con #scattiemigranti sono:
Stefania Auci, Maria Grazia Calandrone, Paolo Di Paolo, Donatella Giancaspero, Giuseppe Iannicelli (aka William Nessuno), Cristina Petit, Paolo Zardi.
(La giuria del contest #scattiemigranti è formata dai fotografi Claudio Drago, Gianrigo Vagabond, Carlotta Valente (alias Carrie White), dalla scrittrice Cetta De Luca che ha ideato il contest stesso e dalla giornalista Isabella Moroni)
Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili con prenotazione obbligatoria allo 060608 a partire da 7 giorni prima della manifestazione.

Poesie per la Pace 2015. La poesia riattiva i sensi.

locandina 2015 eventi copiaPoesie per la Pace da quattro anni è un ingorgo poetico nel corso del quale si parla in versi, si declamano poesie, si organizzano letture  e feste di poesia.

L’edizione 2015 di Poesie per la Pace  vuole parlare di pace e di poesia in maniera non usuale: gli esseri umani sono sognatori che spesso hanno perso i mezzi per realizzare i loro sogni o hanno finanche perso i sogni lungo la strada. Hanno dimenticato che tutti i sogni possono essere realizzati; le sensazioni, i sensi, le emozioni.

La poesia riattiva i sensi, si torna ad essere umani, davvero umani.

Ci ritroveremo al teatro Il Cantiere in V. G. Modena a Trastevere per fare poesia insieme a

Silvana Kuhtz e il concerto sensoriale di Poesia in Azione: 30 giorni una terra e una casa e con i Semi di Poesia in Azione grazie ai quali la poesia risveglia i sensi  e diventa “un ingrediente trasformante fondamentale nella nostra vita di tutti i giorni“. Il seme di poesia in azione, il piccolo volumetto di poesie scritte da sei poeti che viene presentato ed esce per l’occasione, è proprio quello che ha al centro la parola PACE.

Le letture di Stefania Di Lino, Eugenia Serafini, Donatella Giancaspero , Annamaria Giannini, Lorenzo Poggi , Edoardo Cuffaro con Elisabetta Bagli e Raffaele Cozzolino ed altri poeti e poetesse accompagnati da magiche note.

I progetti di scrittura collettiva di Tullia Ranieri e le cronache poetiche di Anna Maria Curci.

La poesia della fotografia con gli interventi fotografici di Lorenzo Amaduzzi ed altri poeti dell’immagine sublimata sulle cui creazioni i poeti si ingaggeranno in un’estemporanea di poesia.

Le parole impastate di vita e di amore”contro” di Antonio Veneziani e quelle dense di amore romantico e guaritore di Sara Cicolani.

La poesia su due ruote di Enrico Pietrangeli, la ricerca fin dentro il senso della parola e del contesto del Collettivo Poetry Experience.

La danza libera di Maria Borgese, le parole dei grandi autori lette da Caudio Marrucci, Giulietta Stirati, Antonino Anzaldi, Ivan Cozzi ed altri ancora che leggeranno gli assenti: i suffissi, le desinenze e le invenzioni dei Poeti Viandanti, i graffi sull’anima e i graffi alla vita di Tiziana Tius, la grazia di Lucia Ferrante, il dolore sublimato di Sandra Cervone ed altro ancora.

Le narrazioni dimenticate, le voci di Maria Grazia Trebbi e Marcella Foranna capaci di afferrarci con le canzoni e di nuovo la musica con il violoncellista Mehdi Elias Baba-Ameur.

Ed il contatto con gli altri eventi di Poesie per la Pace che si svolgono nel mondo, come ad esempio a Recife (Brasile) dove Lùcio Mustafa, assieme alla comunità hippie della famosa Pracinha de Boa Viagem ha creato le bandiere della pace, i video appelli alla pace globale ed alcune performances e spettacoli. Con loro realizzeremo uno scambio estemporaneo di immagini e parole. O in Sicilia, con l’evento ideato dal poeta Marco Annicchiarico.

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

Poesie per la Pace 2014. Dal web.

copertina PxP copiaQuest’anno Poesie per la Pace resta sul web. Nello spazio del gruppo Poesie per la Pace – Poems for Peace – 21 Settembre che fin dall’inizio di questa avventura ha accolto pensieri, poesie, immagini, video, doni, proposte e infiniti altri contributi sulla poesia e sulla pace.

Qui, giorno per giorno s’è costruito un luogo di vera pace e rispetto che quest’anno si è arricchito di nuovi contributi.

Fra tutti riportiamo qui quello di Anna Grecu che parla ad una pace contemporanea che stenta ad arrivare:

 

I naviganti di oggi

Gli archetipi sfuggono
dietro la luna bianca
che si cala nel colle
vanno a nascondersi nel fondo
tra le ombre sommerse
-Pietà non trova
un ponte un’isola
una terra d’approdo
ai naviganti di oggi
numeri incerti
i segni affondati con loro

La notizia passata
veloce allo schermo
licenzia senza nome
nell’abisso tanti dei nostri
Hanno navigato
con paura e coraggio
Ahimé! invano
hanno sperato
il pane del giorno

Pianteremo almeno
una rosa con sopra
scritto il nome
dei naviganti sepolti
dai remi di morte?
Un segno un pensiero
per l’uomo vinto
cercando la vita
O affonderà ancora
la sostanza comune
urlo fraterno della
vita nel cuore?

Poesie per la Pace 2013. Anche in Brasile.

Fra gli altri eventi che hanno celebrato la Giornata Mondiale della Poesia per la Pace: a Genzano (con l’inaugurazione della “Tenda Blu”), a Monterotondo, a S. Marco Argentano, in Calabria e in Brasile a Recife.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Roma – BIBLIOTECA BORGHESIANA – 21 settembre 2013 – ore 17

Genzano – IL PODERE DI ROMOLO – 22 settembre 2013 – dalle ore 16

L’Associazione di Promozione Sociale Sica Italy in collaborazione con l’Associazione di Volontariato The Way to the Indies, con il Gruppo della Falun Dafa di Roma e con la mediapartneship della rivista on line art a part of cult(ure) organizza in Italia il 21 e il 22 settembre prossimo, Poems for Peace®, la Giornata della Poesia per la Pace, un’iniziativa mondiale iniziata da SICA nel 2012 grazie all’unione di alcune organizzazioni internazionali che lavorano con l’Associazione inglese «Peace one day», con l’ONU e con l’Unicef, per celebrare la Giornata Mondiale della Pace il 21 settembre di ogni anno.

La pace, si sa, cerca luoghi ove insediarsi con tutte le infinite opportunità che porta con sè.La pace chiede strade, piazze ed anime dove fermarsi.
La poesia, a sua volta, è incontenibile, esce dalla penna o dalla tastiera e si moltiplica, sfugge, si annida e celebra ogni cosa che tocca.

Il 21 settembre a Roma presso la Biblioteca Borghesiana (Largo Monreale) è in programma un Reading di poesie di pace con i poeti Antonio Veneziani, Maria Grazia Calandrone,  Il Collettivo Poetry Experience (Donato Di Pelino, Naima Morelli e Lucas Leo), Anna Maria Curci, Enrico Pietrangeli… e con gli artisti Maria Borgese, Ivan Cozzi ed altri che leggeranno, fra l’altro, i contributi lasciati dagli abitanti del territorio (una poesia che hanno composto o che amano, scritta su un foglietto,  su un sasso, su un pezzo di stoffa…).
L’incontro verrà introdotto dalla presentazione dell’ ebook Poesie per la Pace, un’antologia che raccoglie i versi, i video  e le foto realizzati da tutti i partecipanti a Poesie per la Pace del 2012.

Il 22 settembre a Genzano di Roma al “Podere di Romolo” (Via di Montecagnolo 23) verrà inaugurata la Tenda Blu (il nuovo spazio teatrale di rappresentazione, formazione e ricerca di Argillateatri) con una festa in onore della pace con performances e letture. Gli intervenuti costruiranno, inoltre, l’Albero della Pace appendendo ai rami di un ulivo antico poesie e pensieri per fermare anche solo per un giorno le guerre e ad affermare, per sempre, la Pace.  

Poesie per la Pace 2013 – Con chi farai pace?

L’Associazione Culturale Internazionale SICA, parte della coalizione globale di associazioni non profit che partecipano a Peace one day, organizzazione riconosciuta dall’ONU, dall’Unicef e da moltissime altri organismi internazionali, ha indetto per il 21 settembre prossimo,in occasione della giornata mondiale della pace, un evento diffuso in ogni nazione: Poems for Peace ® e la pagina Facebook Poems for Peace One Day.

SICA Italy, associazione di promozione sociale indipendente, collegata e riconosciuta da SICA International in team con l’Associazione di Volontariato The Way to the Indies e con la mediapartneship della rivista on line art a part of cult(ure) organizzerà la giornata della Poesia per la Pace in Italia e in rete con gli altri paesi europei che aderiscono all’iniziativa.

Sabato 21 settembre Pace” diventerà una parola concreta grazie alla poesia. Ogni persona che voglia partecipare a questa azione comune, diffusa in tutto il mondo, può farlo nella propria città, in una piazza, nelle case, o nei luoghi che più lo ispirano, condividendo, parlando, cantando, scrivendo, recitando e e celebrando la pace ad alta voce.

La pace, si sa, cerca luoghi ove insediarsi con tutte le infinite opportunità che porta con sè. La pace chiede strade, piazze ed anime dove fermarsi. La poesia, a sua volta, è incontenibile, esce dalla penna o dalla tastiera e si moltiplica, sfugge, si annida e celebra ogni cosa che tocca.

Sabato 21 settembre andremo ad attaccare poesie sui muri, fermeremo i passanti e parleremo loro in versi, racconteremo la pace attraverso la poesia in ogni gesto quotidiano, organizzeremo feste di poesia, readings spontanei, declameremo poesie sugli autobus per parlare di pace.

Fai poesia con noi per costruire la Pace! Crea la tua giornata della Pace!

E’ molto semplice, basterà anche soltanto leggere una poesia, scriverla su un sasso, su un pezzo di stoffa, sulla sabbia; basterà raccontarla ad un amico, telefonarla a qualcuno che non l’aspetta.

Basterà appenderla ad un albero o incollarla su un muro. Poi fotografare o filmare il proprio omaggio poetico alla Pace e inviarcelo. Lo metteremo on line per contribuire a fermare anche solo per un giorno le guerre e ad affermare, per sempre, la Pace.

Aspettiamo le vostre idee, i vostri suggerimenti. Raccontateci cosa volete fare, cosa potete fare. In piccolo o in grande. L’importante è creare un ingorgo di poesia per diffondere la Pace.

Trovi tutte le info qui e qui.

Ovunque libereremo la pace attraverso la poesia e la poesia, di certo, libererà noi.

Ogni partecipante documenterà la sua azione poetica, il suo piccolo ingorgo di parole con foto o  video e tutti saranno diffusi nei canali di Peace One Day, SICA International, Sica Italy e di tutti coloro che aderiranno.

Nell’intento di creare una rete il più possibile diffusa, raccogliamo adesioni, idee e proposte.

Per aderire al progetto, inviare idee, organizzare la giornata individualmente o collettivamente, definire luoghi e programmi e per ogni altra informazione contattare sicaitaly@gmail.com.  O lasciate un commento sul gruppo di Facebook

Poesie per la Pace – Poems for Peace – 21 Settembre

La Giornata Internazionale della Pace è stata stabilita con una risoluzione delle Nazioni Unite nel 1981. La prima Giornata della Pace è stata celebrata nel mese di settembre 1982. Nel 2002 l’Assemblea Generale ha dichiarato ufficialmente il 21 settembre come data definitiva per la Giornata Internazionale della Pace.

“Peace One Day” ha iniziato le sue attività nel 1999 grazie ad un giovane inglese di nome Jeremy Gilley proponendo un’iniziativa di cessate il fuoco in Afghanistan per consentire a medici ed infermieri di raggiungere in quel giorno i bambini per poterli curare in condizioni di sicurezza.

Nel 2001, gli sforzi di Peace One Day sono stati premiati quando le Nazioni Unite hanno adottato all’unanimità una nuova risoluzione con la quale la”Giornata della Pace” veniva dichiarata,inoltre, un giorno di cessate il fuoco e di nonviolenza globale.

Per questo Peace One Day anche quest’anno si adopera affinchè che il 21 settembre 2013 sia il giorno della più grande diminuzione della violenza globale; un solo giorno nella storia, a livello nazionale e internazionale.

SICA è un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro con sede a Austin, Texas. La sua missione è di promuovere e celebrare le attività che emergono dallo sviluppo e l’espressione dei propri talenti o doni interiori. SICA prevede una vivace cultura umana che arricchisce e ravviva lo spirito umano e amplia la nostra comprensione degli altri.

Diciamolo, sembrava un mistero di quelli “iniziatici”. Un po’ perchè la Cava dei Poeti (nata per essere palcoscenico ideale per la poesia e la musica ed ora abbandonata al degrado per i soliti motivi amministrativi) non ha l’agibilità per ospitare un evento “pubblico”, un po’ perchè il genius loci aveva parlato chiaramente a Federica, Alba, Valentin, Margatita, Barbara e Paolino e loro sapevano che sarebbe stato possibile solo a pochi entrare in un rapporto così vicino con la natura e con il danno che alla natura stessa l’uomo ha saputo fare.

Così a distanza di un giorno dalla Giornata Mondiale della pace ufficiale ci siamo ritrovati sulle Alpi Apuane, salendo su da Carrara finchè i boschi non sono finiti ed è rimasto l’abbacinante biancore del marmo, diquel che rimane del marmo, che si stagliava nel cielo grigio di fronte ad un mare stemperato di nuvole e nebbia.

Sabato 22 settembre 2012. Un impatto forte e sconvolgente. Entusiasmante per molti, a volte doloroso. La ferita insanabile della montagna scavata fino all’ultimo filo non sempre è sopportabile allo sguardo. L’intenzione di Federica che per prima aveva avuto ben chiaro cosa fare e di tutti gli altri era in realtà di portare alla terra la pace attraverso la parola, attraverso la voce. la pace intesa come il sollievo, la cura dopo tanta sofferenza.

Mentre Federica organizzava i lettori che sui due piani, alto e basso, avrebbero liberato la voce leggendo splendide poesie e formando con i nastri colorati il mandala della Pace, Ivan e Nino Mallia interpretavano il “genius loci” con i loro ampi abiti bianchi e le maschere che sembravano fatte di marmo ed i suoni delle campane tibetane che s’amplificavano nella vallata.

Sono arrivati alla spicciolata, circa trenta persone e dopo la performance, tutti attorno al mandala hanno recitato, letto, raccontato parole di pace.

Nonostante le nuvole gonfissime non ha piovuto, solo alla fine dell’evento è cominciata a salire la nebbia che pian piano ha avvolto persone e cose, fino a non poter vedere più nulla.

Ecco il primo contest di Poesia “Sica Poems for Peace Award”

Nell’ambito della Giornata della Poesia per la Pace proclamata dall’Associazione Internazionale SICA e da Sica Italy in occasione della Giornata Mondiale della Pace, è stato indetto il Primo Contest di Poesia dal titolo “Sica Poems for Peace Award” del quale riportiamo il bando.

Premio 500,00 dollari

Giudice finale: Cyrus Cassells

Scadenza: 30 Settembre 2012

Sponsorizzato da: Associazione Culturale Internazionale Subud (SICA)

Regolamento base del concorso:

Le poesie devono essere originali e inedite. In lingua originale.
Tutte le poesie devono essere di massimo 30 righe.

Gli scrittori possono presentare più testi, ma ogni poesia sarà presa in considerazione singolarmente.

Quota di iscrizione: Euro 3,00 (tre) per ciascuna poesia presentata.
La quota potrà essere pagata direttamente online con qualsiasi carta di credito attraverso PayPal sul conto dell’Associazione Sica Italy (sicaitaly@gmail.com).
Per differenti modalità di versamento potete contattarci allo stesso indirizzo e mail.

Il ricavato dell’iscrizione al premio servirà anche per la pubblicazione in e book di tutto il materiale (scritto, fotografico, video, etc) proposto on line dai partecipanti alla Giornata della Poesia per la Pace.

Il nome dell’autore, indirizzo, e-mail e numero di telefono deve accompagnare ogni testo presentato.
Siete pregati di segnalare il nome di fatturazione utilizzato su Pay Pal in caso sia diverso dal nome utilizzato per firmare le poesie.

La poesia vincitrice sarà pubblicata nel numero di gennaio 2013 di Magazine Empirica, sul numero di gennaio 2013 del magazine Sette Cerchi e nell’ e-book “Poesie per la Pace” che conterrà tutti i materiali proposti on line dai partecipanti a Poesie per la Pace.

I lavori facenti capo a Sica Italy devono essere inviati all’indirizzo poesieperlapace@gmail.com non oltre il 30 settembre 2012.

Le opere non saranno restituite.

La Giornata Mondiale della Poesia per la Pace ci attende il 21 settembre!

Con l’Associazione Culturale Internazionale SICA e Sica Italy stiamo promuovendo una splendida iniziativa: la Giornata Mondiale della Poesia per la Pace che si terrà in occasione della Giornata Mondiale della Pace, indetta da Peace One Day il prossimo 21 settembre.

In breve, la storia è questa:

La Giornata Internazionale della Pace è stata stabilita con una risoluzione delle Nazioni Unite nel 1981. La prima Giornata della Pace è stata celebrata nel mese di settembre 1982. Nel 2002 l’Assemblea Generale ha dichiarato ufficialmente il 21 settembre come data definitiva per la Giornata Internazionale della Pace.

“Peace One Day” ha iniziato le sue attività nel 1999 grazie ad un giovane inglese di nome Jeremy Gilley proponendo un’iniziativa di cessate il fuoco in Afghanistan per consentire ai lavoratori di ai bambini ed alle persone bisognose di essere mantenuti, almeno per quel giorno in sicurezza e salute.

Nel 2001, gli sforzi di Peace One Day sono stati premiati quando le Nazioni Unite hanno adottato all’unanimità una nuova risoluzione con la quale la”Giornata della Pace” veniva dichiarata,inoltre, un giorno di cessate il fuoco e di nonviolenza globale. Gilley e Peace One Day sperano di vedere il 21 settembre 2012 come il giorno della più grande riduzione della violenza globale; un solo giorno nella storia, sia a livello nazionale e internazionale.

SICA è un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro con sede a Austin, Texas. La sua missione è di promuovere e celebrare le attività che emergono dallo sviluppo e l’espressione dei propri talenti o doni interiori. SICA prevede una vivace cultura umana che arricchisce e ravviva lo spirito umano e amplia la nostra comprensione degli altri.

In Italia abbiamo immaginato una sorta di “Ingorgo Poetico” e stiamo cominciando una “call for action” che dia modo di condividere capillarmente il progetto, ma soprattutto che invogli le persone ad inventare il proprio modo di celebrare la  pace attraverso la poesia.

Abbiamo chiesto di ideare modi diversi per parlare poeticamente di pace; abbiamo suggerito  di attaccare poesie sui muri, di fermare i passanti e parlareloro in versi,  di versicolare nei bar e negli uffici chiedendo cappuccini e pratiche, o  facendo conti correnti in rima.

Abbiamo proposto di parlare di pace, ovunque saremo, anche davanti alle caserme o nelle armerie, oppure su tutti i confini reali o inventati; abbiamo proposto di organizzare feste di poesia, readings spontanei, oppure di declamare poesie sugli autobus per parlare di pace.

Qualunque progetto nato dalla passione per la Pace è il progetto giusto.

Vorremmo infatti che  Venerdì 21 settembre ogni gruppo di poesia, ogni poeta, ogni persona, ogni coppia,  gli amici, le comitive, la persone in qualsiasi forma si trovino nella propria città, in una piazza, nelle case, o in qualunque altro luogo per dare vita ad un flash mob poetico per chiamare pace; per condividere, cantare, parlare, gridare, scrivere, recitare e celebrare la pace ad alta voce.

Perchè si sa, la pace cerca luoghi ove insediarsi con tutte le infinite opportunità che porta con sè.
La pace chiede strade, piazze ed anime dove fermarsi.

E la poesia, a sua volta, è incontenibile, esce dalla penna o dalla tastiera e si moltiplica, sfugge, si annida e celebra ogni cosa che tocca.

Ovunque libereremo la pace attraverso la poesia e la poesia, di certo, libererà noi.

Per aderire al progetto, inviare idee, organizzare la giornata individualmente o collettivamente, definire luoghi e programmi e per ogni altra informazione è possibile contattare sicaitaly@gmail.com.

Oppure lasciare un commento sul gruppo di Facebook Poesie per la Pace ‐ Poems for Peace ‐ 21 Settembre